Verbale assemblea soci del 26.05.2006

Roma, 26.05.2006
Il giorno 26 maggio 2006 alle ore 15.00 si è riunita in seconda convocazione presso la Biblioteca di area delle arti dell’Università degli studi di Roma Tre, via Madonna dei Monti, 10, l’assemblea ordinaria dei soci del CNBA con il seguente o. d. g.:
Relazione del Presidente
Relazione del Revisore dei conti
Approvazione del bilancio consuntivo 2005
Relazioni dei gruppi di lavoro
Varie ed eventuali

Sono presenti i rappresentanti di 19 soci e vengono consegnate 11 deleghe.
1. Serena Sangiorgi delinea una situazione economica positiva che permetterà di pubblicare gli atti del convegno di Napoli del giugno 2005; manca però ancora un contributo scritto. La pubblicazione avverrà nei quaderni del CNBA presso Casalini Libri.
2. Sandra Astrella, revisore dei conti, presenta la relazione sul bilancio
RELAZIONE DEL SINDACO REVISORE AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/05
Dall’esame del bilancio, chiuso al 31/12/05 con un utile di € 5043,45, ho constatato che lo stesso è conforme alle scritture contabili.
Il c/c n. 8770/23 presso la Banca Toscana è stato estinto nel 2004 e il saldo del c/c postale n. 28856508 riconcilia con l’estratto conto.
La voce Partecipazioni, ammontante a € 1.732,12, corrisponde alla partecipazione acquisita il 10/12/1997 nell’associazione “Archinet”.
Tra i costi si segnala la voce Spese amministrative per € 2.117,61 che comprende principalmente i costi relativi alle prestazioni professionali, alle commissioni bancarie ed i costi per I.V.A. indetraibile relativa alle suddette spese.
Sempre tra i costi, la voce Spese organizzative, ammontante a € 780.59, comprende le spese per materiale promozionale, i francobolli e le spese riferite all’iscrizione del C.N.B.A. ad altre organizzazioni.
Nella voce di costo Imposte e tasse rientrano le imposte di bollo sui conti corrente bancari e postali e l’Iva da riversare sulle fatture attive per un totale di € 564,20.
La voce di costo Spese di viaggio e riunioni comprende le spese sostenute per alcuni trasferimenti di soci o ospiti dell’associazione per un totale di € 3.438,72.
Tra i ricavi si segnalano la voce Quote Associative per € 6.013,96 e le Sponsorizzazioni per € 5.880,00.
Il C.N.B.A. ha provveduto a presentare il Mod. Unico per gli enti non commerciali ed equiparati e il Modello 770 attraverso presentazione all’intermediario abilitato BUSONI CALAMANDREI ASSOCIATI per l’invio telematico della dichiarazione, come previsto dalla normativa vigente.
Esprimo quindi parere positivo sul bilancio da me esaminato.
3. Il bilancio viene sottoposto ai soci presenti

                 
ATTIVITA’       PASSIVITA’ E PATRIMONIO
                 
                 
                 
Cassa     0,00   Utili esercizi precedenti 7.080,77
                 
C/C postale   10.392,10          
          TOT PASSIVO E PATRIMONIO 7.080,77
Partecipazioni   1.732,12          
                 
          RISULTATO 2005   5.043,45
                 
                 
TOTALE ATTIVO   12.124,22   TOTALE A PAREGGIO 12.124,22
                 
                 
                 
COSTI         RICAVI    
                 
                 
Spese amministrative   2.117,61   Quote associative   6.013,96
                 
Spese di viaggio e  riunioni 3.438,72   Interessi attivi   50,61
                 
Spese organizzative   780,59   Proventi diversi   0,00
                 
Imposte e tasse   564,20   Sponsorizzazioni   5.880,00
                 
                 
TOTALE COSTI   6.901,12          
                 
                 
RISULTATO 2005   5.043,45          
                 
                 
TOTALE A PAREGGIO 11.944,57   TOTALE RICAVI   11.944,57
                 

 

Il bilancio è approvato all’unanimità.
4. Claudia Colecchia relaziona sull’attività del Gruppo di lavoro sugli spogli. La banca dati ha raggiunto 27.000 records e le riviste spogliate sono 38. Le biblioteche partecipanti al progetto sono 9, ma, nell’ultimo anno, hanno lavorato concretamente in 5 (Cagliari, Genova, Napoli, Torino, Venezia). Oltre all’attività di catalogazione, continua l’intensa attività di bonifica dei dati. Per quanto riguarda la parte semantica si sta operando la revisione del thesauro ereditato da Bibliodata in analogia con quelli prodotti dal Getty e dalla Regione Toscana. Inoltre, sono stati rivisti e aggiornati i temi già presenti in Bibliodata con la collaborazione di NuovaQuasco. Si tratta di macrosoggetti da impiegare nella divulgazione degli alerts. Sul sito del CNBA sono reperibili le indicazioni relative alle riviste spogliate, le consistenze e le biblioteche operanti, oltre alle faq per i catalogatori.
Pierre Piccotti relaziona sul servizio attivato sul sito di Archinet per gli “alert” SDI (http://archinet.iuav.it). Sia per promuovere la banca dati Urbadoc, sia per fornire un servizio orientato all’utenza “professionale”, è ora possibile ricevere degli “alert” via feed RSS in base alla configurazione di un profilo di interesse.
Serena Sangiorgi fa presente che per Urbadoc è stata proposta l’implementazione di statistiche d’uso, OpenUrl, ricercabilità tramite Z39.50 (metainterrogabilità), adesione ai principi di accessibilità W3C, nuovi formati di export, ma tutto ciò secondo la Nexus avrà costi alti e tempi non definibili: si prevede quindi di dare priorità alle statistiche.
Laura Casagrande informa che vi è una distinzione nell’atteggiamento verso le tecnologie informatiche in Urbadoc tra chi lavora con le biblioteche universitarie (Italia, Spagna e in parte Francia) e chi invece ha collegamenti soprattutto con le amministrazioni locali.
Solo i primi capiscono l’importanza degli adeguamenti richiesti a Nexus per la consultabilità e quindi la diffusione della banca dati, gli altri non hanno familiarità con la ricerca bibliografica nelle banche dati attualmente sul mercato.
Giovanna Terranova informa di contatti con l’ICCU per partecipare al loro programma di digitalizzazione (previsti sia funzione OCR che metadati) di documenti.
Scala (ICCU) ha chiesto un programma organico, se il CNBA desidera approfittare dell’occasione per rientrare nei progetti finanziati da ICCU.
Sangiorgi: propone la ricostituzione del gruppo di lavoro sulla Biblioteca digitale per concretizzare questo progetto. Faranno parte del gruppo: Piccotti, Sangiorgi, Astrella, Casagrande, Terranova, Leonardi, con coordinatore Piccotti.
Pierre Piccotti informa che lo IUAV è riuscito a recuperare il contenuto dei vecchi cd-rom della prima scansione completa di Urbanistica: quasi tutte le immagini della rivista sono state recuperate e bonificate; le poche pagine non leggibili saranno scansite ex-novo. Saranno poi ricostituiti i metadati per ricollegare gli spogli al testo pieno. Il risultato sarà reso gratuitamente accessibile ai soci del CNBA (come da convenzione).
Anche il gruppo di lavoro sul sito web viene ricostituito con Piccotti, Benvenuti, Terranova, Tarantino, per lavorare su ipotesi di miglioramento e semplificazione di gestione del sito web CNBA attualmente troppo dipendente dalle modalità imposte dal software adottato, possibilmente verso soluzioni opensource. Terranova coordinerà il gruppo.
Viene poi proposto un nuovo gruppo di lavoro sul tema Architettura delle biblioteche: Sangiorgi, Colecchia, Trucco, Sabatini, Inglese, Casagrande si offrono per farne parte. Sangiorgi coordinerà il gruppo. L’attività dovrebbe iniziare con una pubblicazione sul tema, traendo i dati da Bibliodata, e facendone veicolo promozionale anche per la banca dati. In questo senso si auspica anche la partecipazione di Archinet alle spese. Si sottolinea anche come uno specifico RSS feed potrebbe essere accattivante per un più largo pubblico.
Piccotti propone di apportare due modifiche allo statuto CNBA:
1) che per l’elezione nell’esecutivo siano ammessi più di due mandati consecutivi, e
2) che chi si presenta per tale funzione debba presentare un programma di attività.
La proposta è approvata all’unanimità. Piccotti chiede che l’esecutivo faccia tutte le verifiche necessarie (Statuto, etc.).
Sangiorgi a conclusione dei lavori ricorda la necessità di iniziare la programmazione della prossima edizione delle Giornate di studio: propone la sede di Parma, e di inviare ai soci un sondaggio per individuare il tema del seminario.

La seduta si chiude alle ore 16,45.
Il Presidente Ilsegretario