La transizione energetica

Passive House Experience Center a Qingdao

Autore:
Monica Carmen

Descrizione:

Nell’entroterra di Qingdao, città situata sulla costa est della provincia di Shandgong nella Repubblica Popolare Cinese, il Sino-German Ecopark è un parco tecnologico, attualmente in realizzazione, nato da una collaborazione tra Cina e Germania.
Su un terreno originariamente paludoso sta sorgendo un nuovo insediamento per 500.000 abitanti, con lo scopo di accogliere imprese internazionali e giovani start up impegnate nei settori della ricerca tecnologica, manifatturiera, alimentare ed automobilistica.
Il masterplan, redatto dal gruppo Obermeyer di Monaco, prevede una conformazione “ad isola” dei diversi quartieri: l’insieme si ispira all’idea di un mosaico composto da grandi “sassi” adagiati su un’infrastruttura verde, dove acqua e vegetazione sono gli elementi chiave del piano urbanistico.
Il “Passive House Experience Center”, progettato da ROA Rongen Tribus Vallentin GmbH (Wassenberg / Bolzano / Monaco), è il centro rappresentativo di questo insediamento che dovrà fungere da riferimento per il futuro sviluppo dell’area.
Attraverso un’intervista di Bioarchitettura all’architetto Michael Tribus, sulla storia del “Passive House Experience Center”, emergono i tasselli di un mosaico culturale, oltre che produttivo, il quale già da diversi anni sta sperimentando nuovi modi per intendersi, collaborare, comunicare.

Scheda:

Anno pubblicazione:
2017
Pagine:
6 - 15
Numero:
101/102
Numerazione: Url: Parole chiave:
Bioarchitettura, Architettura, Progettazione, Urbanistica, Quartiere, Ecologia, Verde, Natura, Shandgong, Repubblica Popolare Cinese, Sino-German Ecopark, Parco Tecnologico, Masterplan, Gruppo Obermeyer di Monaco, Germania, “Passive House Experience Center”, ROA Rongen Tribus Vallentin GmbH (Wassenberg / Bolzano / Monaco), Michael Tribus, “China Academy of Building Research Group” (CABR), Scambiatori di Calore, Impianto Geotermico, Sistema Fotovoltaico
Area: