L’ergonomia nei luoghi di lavoro

Migliorare performance e benessere

Autore:
Diego Rughi

Descrizione:

Il termine “ergonomia”, coniato per la prima volta da Jastrzębowski nel 1857, associando tra loro i termini greci ergon (lavoro) e nomos (legge), evoca quasi sempre sensazioni di confortevolezza e soddisfazione (anche estetica) legate alla nostra interazione con gli oggetti della vita quotidiana.
l’ergonomia ha esteso la sua sfera di interesse ai luoghi di lavoro, concentrando la sua attenzione sul rapporto tra le componenti elementari di un “sistema” lavorativo, rappresentato nella configurazione composta da una persona, da una macchina e dall’ambiente in cui l’attività si svolge, con l’obiettivo di mettere a disposizione soluzioni adeguate con la variabilità dei profili e delle esigenze del lavoratore.
In ottica ergonomica andranno pertanto considerati: la persona, ll posto di lavoro, l’ambiente di lavoro, l’organizzazione del lavoro, il contenuto del lavoro.

Scheda:

Anno pubblicazione:
2017
Pagine:
66 - 67
Numero:
101/102
Numerazione: Url: Parole chiave:
Bioarchitettura, Architettura, Progettazione, Design, Ergonomia, Benessere, Jastrzębowski, Ergon (Lavoro), Nomos (Legge), Comfort, Luoghi di Lavoro, “Sistema” Lavorativo, Organizzazione del Lavoro, Contenuto del Lavoro, Discomfort, Decreto Legislativo 81/2008, Design for All
Area: