Architettura nel tempo della metamorfosi

Bambini, nuovi agenti del cambiamento urbano

Autore:
Monica Carmen

Descrizione:

Il progetto europeo Metamorphosis, finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020 che coinvolge 7 città di piccole e medie dimensioni (Monaco, Zurigo, Graz, Southampton, Tilburg, Alba Iulia, Merano), ha l’obbiettivo principale di ridare agli spazi pubblici della città il ruolo di ambienti d’incontro e scambio sociale diminuendo gli effetti negativi su salute e sicurezza che il predominio dell’automobile ha contribuito a determinare.
Ad ogni città è stato richiesto di intervenire in almeno 4 quartieri che presentino diverse problematiche di tipo sociale collegate alla mobilità.
I bambini giocano un ruolo chiave e vengono considerati, nell’ambito di Metamorphosis, i principali agenti di cambiamento nella progettazione della città.
Un esempio: Il progetto Metamorphosis-Merano si ispira alle pratiche creative dei bambini che permettono di sviluppare una nuova esperienza dello spazio pubblico facendo emergere nuovi desideri e nuovi utilizzi.
Nel mese di maggio 2018, team di Merano del progetto Metamorphosis ha organizzato un Vision Building Workshop che è uno dei principali strumenti partecipativi e metodologici di questo progetto europeo.
Dagli interventi in atto a Merano e da quelli nelle altre città europee si potranno delineare pratiche sociali in grado di influire sulla riorganizzazione sostenibile della mobilità e di sviluppare un senso di appartenenza al luogo e alla comunità.

Scheda:

Anno pubblicazione:
2019
Pagine:
36 - 43
Numero:
115
Numerazione: Url: Parole chiave:
Bioarchitettura, Architettura, Verde, Natura, Urbanistica, Progettazione, Tecnologia, Ecologia, Sostenibilità, Sociologia, Progetto Europeo Metamorphosis, Programma Horizon 2020, Monaco, Zurigo, Graz, Southampton, Tilburg, Alba Iulia, Merano, Maia Alta, Spazi Pubblici, Città, Mobilità, Automobile, Progetto Metamorphosis-Merano, Vision Building Workshop, Luogo, “Futuramente, Conversazione su Presente e Futuro di Società, Città, Ecosistema”, Caterina Condolucci, Ulrick Beck, Jan Gehl, David Engwicht
Area: