Legno tra le nuvole

Primato norvegese a Brumunddal

Autore:
Wittfrida Mitterer

Descrizione:

Uno degli edifici in legno più alti del mondo, il Mjostarnet (progetto dello studio Voll Arkitekter), è stato inaugurato a marzo 2019 in Norvegia: ecologico, resistente ai terremoti e agli incendi, è situato a Brumunddal a un centinaio di chilometri da Oslo.
La torre di 18 piani e alta 85 metri, ha un aspetto maestoso e si affaccia sul lago Mjosa da cui prende il nome.
L’edificio a destinazione mista con strutture per residenti e visitatori, è diventato un simbolo del “cambiamento verde”, un esperimento che dimostra come strutture complesse possano essere costruite utilizzando solo risorse locali, fornitori locali e materiali sostenibili come il legno.
Destinato a gestire forze verticali e orizzontali, il sistema costruttivo misto in legno e cemento consente di garantire la rigidità e la stabilità dell’edificio al vento.
Anche le scale e gli ascensori sono in legno (CLT, Cross Laminated Timber / Legno Lamellare Incrociato) con pannelli prefabbricati nei pavimenti (LVL, Laminated Veneer Lumber / Laminato Impiallicciato) mentre all’esterno vengono utilizzati grandi elementi di rivestimento, sempre prefabbricati, con una composizione costruttiva a sandwhich.
La costruzione ha vinto il premio per “Migliore architettura mista” istituito dal New York Design Awards nel 2018.

Scheda:

Anno pubblicazione:
2019
Pagine:
4 - 11
Numero:
115
Numerazione: Url: Parole chiave:
Bioarchitettura, Architettura, Verde, Natura, Ecologia, Sostenibilità, Legno Lamellare, Edifici in Legno, Norvegia, Brumunddal, Oslo, Lago Mjosa, Edificio a Torre, “Cambiamento Verde”, CLT, Cross Laminated Timber / Legno Lamellare Incrociato, LVL, Laminated Veneer Lumber / Laminato Impiallicciato, Strutture Prefabbricate, New York Design Awards, “Migliore architettura mista”, Studio Voll Arkitekter.
Area: