Le Brassus | Maison des Fondateurs di BIG

Il produttore svizzero di orologi di lusso Audemars Piguet ha affidato l’ampliamento della propria biblioteca storica sede all’impresa danese BIG.

Il progetto prevede la realizzazione di un padiglione di 2.400 m², perfettamente integrato nel paesaggio circostante. Circondato dalle botteghe storiche a Le Brassus, nel cuore di La Vallée de Joux, il nuovo museo chiamato Maison des Fondateurs, sarà inserito nel complesso delle officine di Audemars Piguet, incastonato tra gli edifici preesistenti e i campi ondulati della valle. L’ampliamento firmato Bjarke Ingels Group renderà la sede storica della casa di orologi, fondata nel 1875, un nuovo polo d’attrazione turistica. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con HG Merz, specializzati in museografia, il paesaggista Muller Illien e gli ingegneri Luchinger & Meyer. L’edificio sarà costituito da un padiglione i cui spazi si snodano in una doppia spirale, parzialmente interrata.

La struttura intrecciata è concepita come una storyline in cui il vecchio si mescola con il nuovo, accompagnando il visitatore attraverso la storia dell’azienda raccontata in un susseguirsi di gallerie, laboratori, salottini e spazi per eventi fino a giungere al sottotetto dell’edificio storico, dove si trova il laboratorio dove tutto è cominciato. Il tetto e il soffitto del padiglione sono stati concepiti come un unico foglio di metallo – una struttura in acciaio rivestito in ottone, continua in piano, ma ondulato nella sezione per creare una serie di aperture che permettendo alla luce naturale di penetrare. Verso la fine della percorso la doppia spirale interseca l’edificio museale esistente permettendo l’accesso al piano inferiore e al sottotetto. Le forme dinamiche della struttura sono realizzate con materiali moderni, come il calcestruzzo e l’ottone, che in alcuni punti lasciano il posto ad una struttura composta da linee rette e superfici calde realizzate in legno o di pietra. Il “pesante” incontra l’impercettibile, luce. Il morbido incontra il duro. Il caldo incontra freddo. Il nuovo padiglione sarà quindi, un’immersione della storia dell’orologeria dalla storia secolare, radicata nella natura e nella cultura della Vallée de Joux.

Area: Progetti