Vino buono e paesaggio naturale

La cantina Fiorentino a Paternopoli

Autore:
Massimo Pica Ciamarra

Descrizione:

La cantina Fiorentino progettata da Angelo Verderosa sorge a Paternopoli, un paese collinare in provincia di Avellino: la realizzazione è la prima cantina in Irpinia in legno e con tecniche di bio-architettura.
La volontà dell’architetto è stata quella di generare una relazione tra la campagna e l’uomo attraverso la composizione di spazi: è così che l’architettura sceglie un profilo mimetico, scavato, terraneo e si fonde con il territorio e si apre ad esso con una copertura che sembra emergere dal terreno in una forma a vela “verde-rame” che capta l’immagine del grande Pinus Pinea.
I Materiali utilizzati sono naturali, duri come il terreno pietroso, lasciato a vista in alcuni tagli stratigrafici, ma anche caldi come il legno massiccio, e suggestivi come il ferro crudo spazzolato.
Questa è un’architettura dal linguaggio essenziale, delicato e sobrio con un utilizzo di tecnologie di assemblaggio “a secco”, attente al contenimento dei consumi energetici.

Scheda:

Anno pubblicazione:
2017
Pagine:
36 - 41
Numero:
101/102
Numerazione: Url: Parole chiave:
Bioarchitettura, Architettura, Progettazione, Cantina Fiorentino, Ecologia, Verde, Natura, Angelo Verderosa, Paternopoli, Avellino, Luogo, Identità, Contesto, Pinus Pinea, Materiali Naturali, Pietra, Legno, Ferro Crudo Spazzolato, Tecnologie di Assemblaggio “a Secco”, “Vitis Hellenica”, Vino “Taurasi”
Area: